Vermicelli al sugo di «polpetielli»

0.0/5 di voti (0 voti)

Ingredienti

  • 1,500kg di spolpetielli veraci da 100g l'uno
  • 100g di olio
  • 750g di pomodori pelati
  • sale
  • abbondante prezzemolo
  • 2 spicchi di aglio
  • pepe o peperoncino forte

Preparazione

  1. In una pentola, possibilmente di terracotta, mettete i polipetti puliti e lavati con i pomodori sgocciolati e gli altri ingredienti, ad eccezione del prezzemolo.
    Coprite con un foglio di carta da forno e poi col coperchio e fate cuocere a fuoco lento, senza mai scoprire, per circa 5/4 d'ora: a quel punto il sugo dovrà risultare denso, scuro e lucido.
    Se invece esso fosse ancora troppo liquido, togliete i polipetti dalla pentola a uno a uno con una forchetta e lasciate restringere la salsa tenendo sempre la pentola scoperta.
    Rimettete poi i polipetti nel recipiente e fateli riscaldare per 4 o 5 minuti. Un quarto d'ora prima di servire, aggiungete il prezzemolo.
    Se voleste utilizzare il sugo per condire dei maccheroni - tra parentesi squisiti — aumentate la quantità dei pelati.
    Osservazioni: I polpetielli veraci sono piccoli polpi che hanno due file di ventose sui tentacoli e sono (anche se grandi) molto più profumati di quelli con una sola fila di ventose che si chiamano a Napoli «sinischi».

    [Per “finire”i ]
    Vermicelli al sugo di «polpetielli»
    Con le dosi prescritte più sopra eseguite i «polpetielli affogati» e col loro sugo, tenuto non eccessivamente denso, condite i vermicelli.
    Naturalmente consumerete i polpi a parte oppure, dopo averli tagliuzzati, ne aggiungerete una parte nella salsa.
    Potrete anche servirvene per piatto unico, lasciandoli interi e mandandoli in tavola sui maccheroni.