19 marzo San Giuseppe

Written by Terry Zanetti on Mercoledì, 06 Marzo 2013. Posted in Marzo 2013, Festa in tavola. Ricorrenze, anniversari, celebrazioni.

San Giuseppe

Il padre

A tutti i papà del mondo che amano la carne della loro carne più di loro stessi, agli uomini che hanno generato uomini e che lavoreranno e lotteranno per farli diventare  uomini giusti. Ai padri che nel continuo bacio di infinito bene sapranno guidare con fermezza,  con l’esempio del rispetto per gli altri, con la solidità della fiducia e della speranza.

Buona festa del papà anche a tutti quei disorientati papà che, pur amando i propri figli, latitano e vacillano. Ci sono giorni importanti, carichi dell’energia buona del mondo che possono regalare il miracolo della condivisione: il 19 marzo potrebbe essere uno di quei magici giorni. Ricordo con affetto un’occasione in cui potei raccontare del mio amato padre ad una illustre figlia che ben può vantarsi del proprio genitore.

La princepessa  Elettra Marconi Giovannelli Terry Zanetti

Al pranzo di gala di un importante avvenimento cittadino del quale curavo la direzione artistica, ebbi la fortuna e il piacere di sedere al tavolo della Principessa Maria Elettra Marconi Giovannelli. La conversazione con la Principessa era gradevole e priva di formalità e la sua semplice eleganza metteva i commensali a loro agio. Ascoltammo ammirati e rapiti gli aneddoti sul grande Guglielmo Marconi ed io, non potei fare a meno di rivedere nelle sue parole un altro grande padre, il mio. Così non mi trattenni dal tessere le lodi del mio amato babbo e benché egli non avesse mai fatto esperimenti sulle onde ultracorte e inventato il telefono, non sfigurò al cospetto dell’immenso genio dello scienziato in quanto a onore e dignità.
La Principessa Maria Elettra mi ascoltò con interesse e convenne che per un figlio ogni padre è e deve essere il migliore. La nobiltà d’animo e il suo senso dell’umorismo mi hanno fatto pensare che la bella dama era davvero una Principessa degna del suo immenso padre Guglielmo Marconi.

Elettra

Foto e testi pubblicati su gentile concessione della Principessa Maria Elettra Marconi Giovannelli



A ogni festa il suo dolce: Le zeppole di San Giuseppe dedicate al papà
Le Zeppole di San Giuseppe, uno dei dolci più tipici di questa festa, incontestabile frutto dell’arte pasticcera pugliese.
Zeppole pugliesi
Ricetta da: La cucina regionale italiana. Puglia, Roma, La Repubblica-TV Sorrisi e Canzoni, 2008


Ingredienti per 8 porzioni
• 250 g di farina bianca
• 15g di lievitodi birra
• 1 uovo
• 80 g di zucchero
• 1 limone
• 60 g di burro
•abbondante olio per friggere
• 50 g di zucchero al velo


vini consigliati:
Gioia del Colle Aleatico Doice (rosso)
Colli Orientali del Friuli Verduzzo (bianco)
Diluite il lievito con mezzo bicchiere di acqua tiepida. Mettete la farina a fontana sulla spianatoia, versatevi al centro il lievito e impastate fino a ottenere un panetto omogeneo che farete lievitare, coperto, per un'ora.
Quando la pasta sarà gonfia, mettete il panetto sulla spianatoia infarinata, appiattitelo un poco, unitevi prima I'uovo, poi lo zucchero, il burro morbido a pezzetti e la scorza grattugiata del limone. Lavorate a lungo fino a ottenere un impasto di giusta consistenza.
Infarinate di nuovo la spianatoia, prendete la pasta a pezzetti, fate dei rotolini grossi come un pollice e chiudeteli a ciambellina. Quando le avrete preparate tutte, copritele e fatele lievitare per un'ora. Mettete sul fuoco due padelle di ferro più alte che larghe, versando in ciascuna mezzo litro d'olio.
Tenete sotto un recipiente la fiamma bassa e sotto I'altro il fuoco vivo. Buttate 2-3 ciambelline prima nell'olio semicaldo, facendole gonfiare, poi scolatele e immergetele nell'olio bollente a dorare. Passatele a perdere I'unto su carta assorbente e gustatele calde, cosparse di zucchero al velo.

Un suggerimento [ndr]:
La ricetta sperimentata dà un risultato fantastico ma se il tempo è poco, care mamme andate con i vostri piccoli in pasticceria, lasciate fare ai maestri pasticceri e aggiungete in più un bellissimo sorriso su un giorno da ricordare.

05 La bottega di pasticceria  incisione di Abraham Bosse 1602- 1676

About the Author