La lettura di Massimo Montanari

Cardinali in conclave

Written by Massimo Montanari on Mercoledì, 06 Marzo 2013. Posted in Marzo 2013, La lettura di Massimo Montanari

Bartolomeo Scappi, «cuoco secreto» di papa Pio V, raccolse nella sua Opera, pubblicata la prima volta nel 1570, tutta l'esperienza professionale maturata nei decenni precedenti a servizio della corte pontificia.

È Natale, mangiate!

Written by Massimo Montanari on Domenica, 23 Dicembre 2012. Posted in Dicembre 2012, La lettura di Massimo Montanari

Goethe in viaggio in Italia

  Una pagina del Viaggio in Italia di Goethe, relativa al suo soggiorno napoletano, ci introduce nel variopinto brulicare di bancarelle e botteghe, di carni e pesci, frutti e verdure che circondano da ogni parte il passante. Abbondanza alimentare? Si dovrebbe piuttosto parlare di ostentazione, un sentimento che non alligna solo fra i ricchi, ma anche fra la gente del popolo: non sempre, magari; ma in occasioni delle feste — prima fra tutte il Natale — l'orgia dei consumi esplode. Ed ha un carattere evidentemente propiziatorio, che ripercorre rituali di antica memoria antropologica: celebrare e propiziare l'abbondanza, ostentare e proclamare lo spreco. Emblematiche le figure dei banditori che, finite le feste, gridano per le vie della città — tutti devono sapere, e compiacersi — la quantità del cibo consumato, il numero delle vittime sacrificate.

 Massimo Montanari. Nuovo Convivio. Roma-Bari, Laterza, 1991, p. 357.

Sbandimento di Carnevale

on Lunedì, 04 Febbraio 2013. Posted in Febbraio 2013, La lettura di Massimo Montanari

Una variants del «contrasto» fra Camevale e Quaresima — mimo letterario, e talvolta scenografico, dell'opposizione fra cibo «grasso» e «magro», fra abbondama e astinema — e questo «sbandimento, esamine e processo di Carnevale» composto da Giulio Cesare Croce. Vi si simula, in perfeilo stile giudiziario, frutto parodistico di una cultura consapevole e avveduta, un processo contro Carnevale, che viene condannato all'esilio per quarantasei giorni «et secondo che parerà a’ suoi maggiori», lasciando libero il campo a Madonna Quaresima.