Febbraio 2013

Prima imbandigione. Elogio del pancotto.

Written by Guido Pensato on Lunedì, 04 Febbraio 2013. Posted in Febbraio 2013, Le parole in bocca

Queste pagine sono la prima (e unica) raccolta di versi da me data alle stampe
con tardiva e perciò più colpevole impudenza
in occasione del sessantesimo compleanno a beneficio (o in danno?) degli amici.

Riviste da mangiare

Written by Massimo Gatta on Martedì, 05 Febbraio 2013. Posted in Febbraio 2013, La MenSolA dei libri

Nuovo appuntamento con la collezione di Michele Rapisarda, colto e raffinato bibliofilo milanese, che da anni raccoglie una vasta ed eterogenea documentazione cartacea sulla cosiddetta “grafica minore” (che poi minore non lo è per niente).

San Valentino "minimalista"

Written by Stefania Tonti on Martedì, 12 Febbraio 2013. Posted in Febbraio 2013, Festa in tavola. Ricorrenze, anniversari, celebrazioni.

Fammi un favore stamattina.
Chiudi le tende e torna a letto.
Lascia perdere il caffè.
Faremo finta di essere in un paese straniero, innamorati.

(Raymond Carver)

San Valentino Im(piatto) d’amore

Written by Terry Zanetti on Lunedì, 04 Febbraio 2013. Posted in Febbraio 2013, La pentola magica

A tavola per sedurre, conquistare, ristabilire l’armonia. Il cibo è sicuramente uno dei più potenti veicoli di complicità.
Davanti ad un convivio ben orchestrato si possono sviluppare piacevoli e nuovi romantici incontri.

San Valentino, Al Capone e un romanzo quasi “inedito”

Written by Rino Pensato on Lunedì, 04 Febbraio 2013. Posted in Febbraio 2013, Festa in tavola. Ricorrenze, anniversari, celebrazioni.

La data della strage di San Valentino non era stata scelta a caso. Ecco, direte voi. L’avevo sempre detto che ci doveva essere un nesso con il giorno dedicato agli innamorati. Questione di donne. Cherchez la femme, come sempre. No. Sarebbe piaciuto anche a noi di MenSA Magazine, per quest’occasione, inventare una storia diversa, proporre un menu da gangster (cosa cui provvedono già, numerosi, le riviste e i siti internet, con menu di San Valentino delinquenziali per il gusto).  Non possiamo perché non è quello che pensate voi.

Sbandimento di Carnevale

on Lunedì, 04 Febbraio 2013. Posted in Febbraio 2013, La lettura di Massimo Montanari

Una variants del «contrasto» fra Camevale e Quaresima — mimo letterario, e talvolta scenografico, dell'opposizione fra cibo «grasso» e «magro», fra abbondama e astinema — e questo «sbandimento, esamine e processo di Carnevale» composto da Giulio Cesare Croce. Vi si simula, in perfeilo stile giudiziario, frutto parodistico di una cultura consapevole e avveduta, un processo contro Carnevale, che viene condannato all'esilio per quarantasei giorni «et secondo che parerà a’ suoi maggiori», lasciando libero il campo a Madonna Quaresima.

Una domenica, Botticelli, un melograno e due stinchi

Written by Paki Gesualdi on Lunedì, 04 Febbraio 2013. Posted in Febbraio 2013, Fuorigioco

Mentre scrivo sento il ticchettio delle gocce di pioggia sul tetto e sulle finestre.
Ogni tanto guardo distrattamente il cielo scuro e carico di acqua.
Era necessario qualche primo assaggio d’inverno, qualche mattinata grigia e ventosa.                        
Ci voleva il silenzio del terrazzo abbandonato, due gazze che litigano su un cornicione,
foglie secche che s’inseguono in circolo, l’odore di bagnato. Tutto ciò mi ispira pietanze che sanno di inverno.

“Di doman non c’è certezza”: i canti carnascialeschi di Lorenzo il Magnifico, ieri, oggi e domani.

Written by Rino Pensato on Lunedì, 04 Febbraio 2013. Posted in Febbraio 2013, Festa in tavola. Ricorrenze, anniversari, celebrazioni.

E’ mia opinione, con ogni probabilità condivisa e condivisibile, che tra i tanti versi che si mandavano, spesso giustamente dal punto di vista didattico (e non solo) a memoria a scuola al tempo di chi scrive, forse i più universalmente amati siano i due versi di un letterato-politico (o viceversa): Lorenzo de’ Medici. Sono quelli che chiudono ciascuna delle otto strofe di cui si compone Il trionfo di Bacco e Arianna, il più bello dei Canti Carnascialeschi del grande esponente della celebre famiglia fiorentina.

“e non m'ha mai parlato della pizza”

Written by Rino Pensato on Lunedì, 04 Febbraio 2013. Posted in Febbraio 2013, Festa in tavola. Ricorrenze, anniversari, celebrazioni.


Il 19 febbraio avrebbe compiuto 60 anni. Il 4 giugno 1994, a Bologna, stavamo uscendo dai Giardini Margherita  (o era la Lunetta Gamberini) io e mio figlio. Captammo vagamente le parole di due persone. Il succo era “è morto Massimo Troisi. Increduli, chiedemmo loro se avevamo capito bene. Avevamo capito bene. Non si fa per dire. Fu davvero come se mi avessero detto che se n’era andato un mio amico tra i più cari.

<<  1 [2